Violenza contro le donne. La Giornata internazionale

Pubblicato il 25 novembre 2023 • Cultura

Aver illuminato di rosso la facciata della ex-Gendarmeria e colorato di palloncini rossi il davanzale del Municipio vogliono  essere   gesti simbolici per manifestare la vicinanza di tutta la nostra comunità a quanti in questi giorni saranno in piazza e per strada per manifestare contro la violenza sulle donne. La morte di Giulia Cecchettin è solo l’ultimo episodio di una strage quotidiana che continua a consumarsi sotto i nostri occhi.

 Nessuno potrà ritenersi assolto se alle parole di questi giorni non farà seguire azioni e responsabilità.

La giornata odierna deve essere non soltanto un’occasione di celebrazione formale dei temi e dei diritti delle donne vittime di violenza, ma deve rappresentare soprattutto un’opportunità per riflettere tutti insieme su un fenomeno, purtroppo, dalla recrudescente e tragica attualità. Le cronache di stampa sono tragicamente piene di episodi di violenza, quasi quotidiani, perpetrati sulle donne della nostra società, continuamente mortificate nella propria dignità umana.

 È violenza, infatti, non soltanto l’esercizio di un abuso fisico, quanto la coercizione e la pressione psicologica che, oggi, sembra essere la forma di sopruso maggiormente diffusa e più abituale alla quale sono esposte.

E’ quanto mai necessaria, pertanto, una sostanziosa azione di sensibilizzazione che ciascuno, nella diversità del proprio ruolo sociale, professionale ed istituzionale, ha l'obbligo di fare nell’ambito della comunità nella quale vive ed opera.

Nei Comuni, istituzione più prossima ai cittadini,deve essere rafforzata ogni possibile collaborazione con i diversi attori impegnati a livello locale (associazioni, centri della rete antiviolenza, enti del terzo settore, istituti scolastici, forze dell'ordine), per proporre e realizzare azioni di sensibilizzazione, di ascolto, assistenza, protezione e interventi di comunicazione finalizzati alla prevenzione del fenomeno della violenza, al contrasto degli stereotipi di genere e alla promozione di una cultura del rispetto tra uomo e donna.

C’è bisogno di un impegno concreto. È quanto ci richiedono i nostri territori, la nostra gente, le nostre donne, alle quali abbiamo il dovere etico e morale di dare risposte.

Il Sindaco

Simone Ghirotto

(messaggio originale allegato)

Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

Allegato 528.28 KB formato pdf